Duma key

Un terribile incidente si porta via il braccio destro di Edgar Freemantle, imprenditore edile, mandandogli in tilt il cervello. Tutto quello che gli resta una volta uscito dal tunnel è un corpo menomato e rabbia cieca. Su consiglio dello psichiatra si trasferisce allora a migliaia di chilometri di distanza, a Duma Key, una lussureggiante isoletta incontaminata al largo della Florida. Lì riscopre l'hobby della pittura. Il primo soggetto è la sagoma scura di una nave che improvvisamente si staglia sul mare al tramonto. In breve tempo le curiose suggestioni del paesaggio cominciano ad assumere significati sinistri, e i sogni si trasformano in visioni agghiaccianti... Edgar si rivela un artista eccellente, ma quell'insospettato talento è una sorpresa e un'arma insieme: i suoi quadri hanno il potere di influenzare la realtà. Ormai è certo che qualcosa si stia servendo di lui per liberarsi e uscire allo scoperto. Mentre la nave nera si fa sempre più vicina e minacciosa, Edgar conosce l'anziana Elisabeth Eastlake, che da piccola fu vittima della medesima possessione: il passato della donna viene finalmente alla luce e i fantasmi della sua infanzia cominciano a manifestarsi, rivelando in modo devastante la loro pericolosità.