Colorado Kid

0
356
Colorado Kid di Stephen King
Colorado Kid di Stephen King

Colorado Kid riesce in qualcosa che cerco sempre di fare. Ora so perché la gente si arrabbia con me quando cerco di essere "intelligente".

Stephen King ha scritto questo libro presumibilmente perché era un fan dell'editore indipendente Hard Case Crime. Stavano per andare sotto, a quanto pare, e lui si offrì di scrivergli un libro in modo che potessero dire che hanno pubblicato un grande autore e lo usano per commercializzare il loro marchio. Sembrava funzionare per loro.

Mio padre dice questa cosa di George Lucas a volte: Lucas potrebbe completamente rilasciare un nastro dei suoi filmati e chiamarlo "Star Wars", e farebbe centinaia di milioni di dollari al botteghino, la sua base di fan è quella stabilita. E' una buona osservazione, e King ha un'influenza simile. Avrebbe potuto mettere insieme un mash di cazzuola senza senso e darlo a Hard Case Crime e avrebbe attirato un numero significativo di lettori. Quando mi è stato detto l'impulso dietro The Colorado Kid, ho pensato che è quello che avrei visto: una poltiglia inutile che King ha gettato insieme durante un fine settimana. Sono contento di aver giudicato male l'integrità di King.

Colorado Kid non è un capolavoro inquietante di criminalità dura. King non sarà il prossimo Dashiell Hammett, e non parleremo il suo nome sulle liste di scrittori di crime fiction con P.D. James. Non possiamo andare così lontano. Per Colorado Kid, la distanza che possiamo fare è dire che si tratta di una lettura accattivante e - dato un certo tipo di gusto - che soddisfa una novella come si potrebbe passare qualche ora a chiacchierare.

King progetta uno scenario misterioso "scegli il tuo finale" senza sembrare di farlo in modo stereotipato o addirittura invitando necessariamente quel tipo di lettura.

Colorado Kid serve anche, inaspettatamente, come contenitore per l'opportunità di esaminare la forma e la funzione della struttura della storia e ciò che le persone sembrano voler dire "buono" o "soddisfacente". A mio parere, questo è davvero un buon esempio di "narrativa dello scrittore".

C'è una frase nella storia del rock and roll: musicista del musicista. Artisti oscuri che si guadagnano il soprannome di "musicista del musicista", lo guadagnano rendendo le cose più facili da apprezzare da parte della gente nel loro campo piuttosto che dal grande pubblico - si dice di loro che "quasi nessuno ha comprato il loro album - ma io garantisco che tutti quelli che l'hanno fatto sono partiti e hanno fondato una band".

Colorado Kid non è così astrattamente autorevole da guadagnarsi la credenziale di essere qualcosa che solo gli scrittori otterranno davvero, ma è sicuramente sulla mia lista di libri che suggerirò a chi sta studiando il carattere e la trama.

Nota a margine, questo è ciò che King ha fatto in questo libro che sto sempre cercando di fare: King ha scritto una "storia" che merita virgolette intorno ad essa senza virate in regni di surrealismo e oscurità.

Penso di rispettare Stephen King più di quanto lo rispettassi. Non lo rispettavo molto.

Trama

Lo staff di The Weekly Islander (quotidiano locale di una piccola isola) ospita Hanratty di the Boston Globe per pranzo prima della partenza di Hanratty per Boston. L'editore Dave Bowie, il fondatore Vince Teague e la stagista Stephanie McCann vanno anche nei loro uffici al giornale, dove il giovane reporter chiede se i veterani hanno "mai incontrato un vero mistero inspiegabile". Dave e Vince si alternano raccontando uno strano incidente e un'indagine, con intermittenti pause per i narratori per aprire una nuova soda pop.

Il 24 aprile 1980, due adolescenti inciampavano su un corpo, la mattina presto. Affondato contro un bidone della spazzatura e senza identificazione, il corpo non portava chiari indicatori di gioco sporco. La causa della morte è stata determinata come asfissia, in quanto un grosso pezzo di carne è stato estratto dalla gola della vittima. Ogni potenziale indizio porta a piccole rivelazioni, ma misteri più grandi. Anche se l'indagine è un po' confusa, tutto sembra inspiegabile, da come il contenuto dello stomaco del pesce-cena potrebbe allinearsi con la sua traversata in traghetto, alla singola moneta russa in tasca.

Più di un anno dopo, grazie ad un novellino dagli occhi acuti che avvista un francobollo per sigarette fuori dallo stato, "John Doe" diventa conosciuto come The Colorado Kid. Alla fine si scopre l'identità dell'uomo: è James Cogan di Nederland, Colorado, tutti quelli coinvolti nel caso non sanno come l'uomo avrebbe potuto raggiungere una spiaggia su un'isola del Maine nelle cinque ore trascorse dall'ultima volta che era stato visto vivo…. o perché.

Negli uffici di Weekly Islander, i tre amici, vecchi e nuovi, danno tutte le risposte che possono trarre dai fatti dell'indagine di 25 anni fa, poi speculano su ciò che sarebbe potuto accadere e meditano sulla natura dei veri misteri. Vince e Dave raccontano a Stephanie che mentre erano "le ultime persone vive che sanno tutto", dopo aver ascoltato il racconto di The Colorado Kid, "Ora ci sei tu, Steffi.

Il caldo proclama segna l'approvazione finale della giovane donna da parte della vecchia guardia delle Isole.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here