Cose preziose

0
618
Cose preziose di Stephen King
Cose preziose di Stephen King

A volte uno scrittore cerca di fare qualcosa, ma non funziona. Per niente.
Cose preziose (titolo originale: Needful Things) è stato il tentativo di Stephen King di scrivere "The Last Castle Rock Story", l'ultima storia di Castle Rock, e porre fine alla sua città inventata, che è servita da scenario per molti dei suoi libri.

Solo che non era l'ultima storia di Castle Rock, perché il borgo immaginario apparve più tardi in Mucchio d'ossa, La storia di Lisey, The Dome, e numerosi racconti.

Inoltre, non doveva essere un romanzo dell'orrore. King voleva scrivere una commedia sugli anni Ottanta e pensò che Cose preziose sarebbe stato il suo colpo di fulmine alla satira.

E' stata una grande idea, solo che nessuno ha detto al reparto marketing e lo hanno venduto come un libro dell'orrore con nary una menzione di intento satirico. I critici lo hanno fatto saltare, e mentre sembra strano chiamare un libro che ha venduto oltre 1,5 milioni di copie un fallimento, è l'unico libro di Stephen King in anni a non raggiungere il primo posto nelle liste dei bestseller del New York Times.

Oggi non è tenuto in grande considerazione rispetto ad altri romanzi di Stephen King. Per alcuni non è un libro straordinario.

King ha iniziato a scrivere Cose preziose nel 1988 e finito nel 1991, rendendolo il primo libro che ha scritto dall'inizio alla fine mentre era sobrio. In un'intervista a The Paris Review dice:

"Ero in un momento delicato… perché era la prima cosa che avevo scritto da quando avevo sedici anni senza bere o drogarmi. Ero completamente pulito, tranne che per le sigarette".

Tutto è iniziato quando King stava tornando a casa da una partita di basket una sera e ha iniziato a pensare a quanto fossero divertenti gli anni Ottanta.

Il risultato è stato il libro più lungo di King fino ad It, segnando l'inizio di un periodo in cui i suoi libri si sono affollati. Nei sedici anni prima del 1990, King scrisse tre libri che hanno superato le 600 pagine. Dopo il 1990, nei sedici anni successivi, ne scrisse nove. Cose preziose era un grande libro, che aveva senso se si considerava l'enorme quantità di trama (non di storia) in esso stipata.

Trama

C'è un nuovo negozio in città. Gestito da uno sconosciuto. "Cose preziose", dice il cartello. Il nome più strano. Un nome che causa qualche pettegolezzo e speculazione tra la brava gente di Castle Rock, nel Maine, in attesa del giorno di apertura.

Brian Rusk, undici anni, è il primo cliente e ottiene proprio quello che vuole, una rarissima carta da baseball Sandy Koufax del 1956. Firmato. Cyndi Rose Martin è il prossimo. Un vaso di Lalique. Un abbinamento perfetto per l'arredamento del suo salotto. Qualcosa per tutti. Qualcosa che devi avere davvero. E sempre ad un prezzo che puoi permetterti. Il prezzo in contanti che è. Perché c'è un altro prezzo. C'è sempre quando il desiderio più segreto del tuo cuore, il vero desiderio è in vendita...

Questo costituisce la terza e ultima serie Castle Rock, con The Dark Half e Cujo che sono il primo e il secondo con lo sceriffo Alan Pangborn. (Ma, questo libro potrebbe essere letto separatamente, senza leggere gli altri come prerequisiti).

Dato che il mio punteggio è un punteggio perfetto (5/5 o 10/10), descriverò solo quelle connessioni cablate, secondo la terminologia di Leland Gaunt che equivale ad avvertire il vuoto, compresi i colpi di scena che erano i migliori in termini di eccitazione, potenza e scaltrezza.

Il proprietario, Leland Gaunt, ha aperto il suo negozio chiamato abbastanza opportunamente: Cose necessarie. Ma, era in realtà il diavolo (incarnato) che offre i loro beni più preziosi in cambio di una tassa nominale, ma con un trucco (o due per l'avvio) per essere giocato sui loro concittadini.

Questi trucchi apparentemente innocui, da soli, provocarono il caos e causarono massicce rappresaglie in cambio di morti violente, di solito tra due avversari come il pazzo Nettie Cobb e Wilma Jerzyck, il selvaggio Cusack.

Entrambi si chiamavano al telefono (giù) al telefono; in primo luogo, per trasmettere il loro significato e che non c'erano ambiguità selvagge. Ma, quando finalmente lasciarono le rispettive case, erano entrambi armati fino ai denti: Nettie aveva una mannaia da carne e Wilma aveva un coltello.

Poi, dopo il loro duello sanguinoso e arduo in mezzo alla strada, caddero entrambi morti. (Poi hanno dovuto barricare la zona con nastro adesivo giallo non entrare prima dell'arrivo del CID per scattare trecento foto e tracciare quello che era successo).

Tuttavia, l'aggressore che aveva effettivamente commesso il crimine non era nemmeno lontanamente connesso: un undicenne, Brian Rusk. Quindi, alla fine, le loro anime sono state rubate, ma Gaunt non ne ha nemmeno parlato.

Il primo cliente fatale (incontro) di Gaunt, Brian Rusk, comprò la sua carta di baseball Topps preferita: Sandy Koufax. Tenendolo in mano, è in grado di comunicare direttamente con Sandy attraverso la realtà virtuale. Egli parla con lui brevemente con lui al tumulo del lanciatore.

Ha detto: "Per essere un lanciatore professionista, si devono praticare i fondamenti". La carta stessa è stata firmata con il nome di Brian Rusk. Ma, egli deve giocare due trucchi su Wilma: gettare fango sulle sue lenzuola pulite e gettare sassi con le note attaccate (con elastici) su di loro che le hanno sfondato le finestre e il televisore. (Per il secondo trucco, tuttavia, Gaunt ha detto, che il commercio non è stato fatto fino a quando non ha detto così - e che solo lui sa cosa è meglio.).

Ma Leland Gaunt ha fatto uccidere il cane di Nettie da qualcun altro: Sacerdote Hugh. Aveva acquistato una pelliccia di coda di volpe proprio come quella di suo padre, attaccata alle antenne della sua auto. Ma, in primo luogo, ha usato la sua chiave scheletro impostato per sbloccare la porta. Poi, quando accarezzò lo stomaco di Raider, lo uccise con il suo coltello a vite di sughero (ma, inavvertitamente, lasciò le sue impronte digitali sulla porta, che era incriminante).

Più tardi Brian fu interrogato da Panghorn, ma non ammise di averlo commesso, ma più tardi si sparò con il fucile da caccia di suo padre perché si sentiva in colpa. Ma, prima di allora, chiese a suo fratello Sean di non visitare Needful Things e di giurare a proprio nome.

Poi disse di non giurare per il nome della madre, dato che lei era già stata compromessa con gli occhiali da sole personali del Re (Elvis Presley) di Needful Things, il che significava che era spazzatura, dato che lei vide un viaggio in realtà virtuale con esso.

Nettie Cobb ha acquistato alcuni vetri di carnevale, ma il suo trucco era quello di mettere appunti in tutta Selectman, la casa di Buster Keaton. Era firmato dall'agente Norris Ridgewick (non da Nettie).

Così, più tardi Buster, colpì la BMW di Norris con la sua Cadillac come ritorsione al parcheggio dell'edificio comunale. Ma Norris aveva acquistato la vecchia canna da pesca del padre, una Bazim, che era la migliore per la pesca con la mosca.

Il nuovo fidanzato di Norris (Coach Pratt), ex ragazza amica di Norris, l'ha picchiato con i pugni, alla stazione di polizia, perché qualcuno gli ha rubato il portafoglio con le sue foto incriminanti e l'ha messo all'interno dell'auto di Pratt, appena visibile sul bordo del sedile. (Era una foto di Norris con la sua ex fidanzata in un bar, ma un bambino gli disse che stavano succhiando facce quando si baciarono, ma, naturalmente, era una bugia).

Ma, quando Norris iniziò a perdere il duello come in una battaglia, l'ufficiale della centrale, Sandy, dovette intervenire uccidendo Pratt con un calcio d'arma da fuoco. Poi morì per una ferita mortale alla testa. (In questo momento, Allan stava arrivando in macchina sulla scena, ma credeva che l'assalitore fosse Hugh Priest, quindi si sbagliava).

Poi la ragazza di Pratt ha strappato le serrature dai cassetti della scuola media (Jewett's) con un enorme paio di forbici, che erano lunghi circa due piedi, ma lei ha dovuto farlo due volte (per poterla liberare) dove lui aveva nascosto la sua incriminante collezione di Porno. (Aveva acquistato una sacra stecca di legno dall'Arca di Noè per i suoi problemi). Poi si gettò all'interno del suo ufficio come coriandoli ma i vetri delle finestre interne erano di vetro. Così, quando le cheerleaders hanno camminato attraverso la sala, hanno visto tutto a distanza di punto in bianco, indossando lunghe calze rosse e bianche. Inoltre, un biglietto è stato lasciato dall'insegnante di falegnameria che chiedeva un pagamento in denaro - da un vecchio amico che aveva condiviso divertimenti simili.

Poi, in qualche modo, Jewett riuscì ad entrare nella casa dell'insegnante di falegnameria (George T. Nelson) perché qualcuno aveva lasciato una finestra socchiusa. Poi Jewett trova una grande quantità di cocaina all'interno di un sacchetto di plastica sigillato, che sembrava che stesse trattando la quantità estrema. Poi Jewett l'ha strappato con un coltello, l'ha versato in un bagno e poi l'ha sciacquato. Poi ha preso una merda sulla foto della sua santa madre. Poi ha iniziato a giocare con il suo amato Pappagallo (Tammy Faye), infilando un coltello attraverso le sbarre di gabbia - e molte piume volavano in giro per la cucina. Ma, appena si è annoiato, l'ha infilzato, morto con il suo fedele coltello.

Poi Jewett, armato di pistola e coltello, aspettò (George T. Nelson) di tornare per rappresaglia nascondendosi dietro il divano del soggiorno. Ma, quando torna a breve, si si siede sul divano in modo tale che Jewett non può usare la sua pistola o il suo coltello - e infatti, sta avendo un momento estremamente difficile solo respirare aria fresca; ha quasi soffocato. Durante questo periodo, però, George T. Nelson ha chiamato un amico al telefono e poi si è lamentato che qualcuno aveva appena ucciso la sua amata, Tammy Faye. Così, l'uomo dall'altra parte della conversazione disse che avrebbe dovuto prenderne uno nuovo a Needful Things. Poi è partito e ci è andato, ma io credevo che avesse comprato una pistola automatica letale da Gaunt.

Ma, in realtà, la canna da pesca di Norris era una canna di bambù, non essendo riuscito ad impiccarsi con una corda perché si sentiva in colpa pensando al suo trucco: tagliare le gomme di Hugh Priest. Così, finalmente decise di mettersi in pari con Gaunt alla fine, assistendo Allan Panghorn.

In primo luogo, ha a che fare con Ace e Keaton che stavano guidando in città piantando dinamite con tappi timer. Ma, quando Norris (che sembrava Barney Snipe), ordina loro di fermarsi e alza le mani. Poi Norris viene sparato un paio di volte dagli Hells Angel (Ace) e (Buster) Keaton, ma erano ferite superficiali. Poi Norris restituisce il loro fuoco, ma colpisce Keaton nello stomaco, ma Ace ha sparato al cervello di Buster per metterlo fuori dalla sua miseria.

Poi Norris ha chiesto che il vice, Seat Thomas, lo guida con la sua macchina di pattuglia a Needful Things, al fine di incontrare Allan Panghorn. Ma, quando arrivarono, Norris notò che, avvicinandosi dalla loro parte posteriore, si accorse che Ace teneva Poly in ostaggio con le braccia che le teneva la gola e una pistola puntata sul suo viso. Ma Allan li stava affrontando, a pochi metri da Poly. Così, disse a Seat di andare avanti, ma di non fermarsi finché non avesse battuto il piede.

Così, quando si sono avvicinati, si sono fermati, puntualmente. Ma, Leland Gaunt decise di uscire dalla sua porta d'ingresso allo stesso tempo. Poi Poly cadde a terra, il che permise a Norris di sparare ad Ace con la sua pistola appena in tempo, salvandola. Da allora, Ace non li vide arrivare. Così, quando questo accadde, Allan corse velocemente per bloccare la strada di Gaunt, ma aveva una borsa di pelle di iena che si gonfiava e si abbassò, ripetutamente, dentro e fuori, come se si trattasse di un osceno soffietto. Poi sentì un eldritch che gridava un suono che proveniva dall'interno della sua mente.

Poi Allan strappò la borsa da Gaunt, con i suoi riflessi rapidi di luce.

Poi Gaunt disse di aver impacchettato quante più anime possibili, e poiché si trattava di libero scambio, non di comunismo, che aveva diritto alla sua proprietà. Le anime non possono sopravvivere senza il suo aiuto.

Poi Allan ha fatto il suo trucco di fiori che appare, che si è trasformato uniformemente in una spirituale, luce bianca, che ha anche parlato e ha detto ottenere te quindi dove si appartiene: Inferno.

Poi le anime nella borsa si trasformarono in vapore spirituale e furono così liberate.

Poi Gaunt, che sembrava una gargolla con orribili occhi rossi demone, salì nella sua auto: Il Talismano Tucker.

Ma, lentamente inizia a metamorfosare la sua forma con occhi di demone per le luci. Mentre cammina vicino ad Allan, sente una forza magnetica (formicolio) nella direzione opposta.

Poi Flames ha cominciato a sgorgare ovunque, il che ha fatto sciogliere la strada asfaltata, come se si trattasse di formaggio. Poi, quando è salito sul suo gigantesco cavallo demone con il naso di demone, sniffando pennacchi di fuoco, ha iniziato a volare via con un angolo ottuso verso l'edificio commemorativo in fiamme.

Poi si trasformò di nuovo in un carro e si ritirò.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here