Rose Madder

0
62
Rose Madder di Stephen King
Rose Madder di Stephen King

Benvenuti a Rose Madder o, il libro che Stephen King continua a lanciare sotto l'autobus. "A volte mi sento come un giocatore di baseball", ha detto in un'intervista. "Nel senso che alcuni libri si sentono come singoli e alcuni libri si sentono come dei doppi e ogni tanto si ottiene una Rose Madder". O che ne dite di: "Ho avuto libri cattivi. Penso che Rose Madder rientri in quella categoria, perché non è mai decollato". I fan generalmente lo ritengono uno dei loro meno favoriti, ed è costantemente in ultima posizione nella classifica dei suoi romanzi.

Cosa rende questo libro così brutto che anche il suo stesso creatore non ha niente di bello da dire su di esso? Perché odiamo questo libro? E questo ci rende dei giganteschi idioti, dato che King ha spesso detto che molte persone vengono da lui e dicono che questo è il libro che ha dato loro il coraggio di lasciare i loro coniugi abusivi?

Rose Madder non è così male come suggerisce la sua reputazione. Non è così male come King pensa che sia. Si apre con Rose Daniels raddoppiato nel dolore perché suo marito l'ha picchiata in un aborto spontaneo. È un momento viscerale che fa cadere il lettore proprio dentro la sua pelle e, in termini di aperture, è uno dei migliori di King's. Saltare in avanti di nove anni e una rosa insensibile sta componendo il letto quando vede una goccia di sangue sul suo cuscino. Suo marito, Norman, l'ha colpita in faccia per averle versato il suo tè freddo ieri sera e il suo naso non ha smesso di sanguinare da allora. Fa pensare a Rose di un film di J. Lo e lei dice "Basta", poi cammina del suo matrimonio senza nemmeno contanti nel suo portafoglio.

RM5She finisce in un'altra città, trova un rifugio per donne maltrattate e comincia a rimettere insieme la sua vita. Norman, com'è prevedibile, le dà la caccia. Meno prevedibilmente, la rintraccia spingendo gli scroto dei ragazzi fino a quando i loro testicoli si staccano. E' un poliziotto, e tutto è predisposto per un incontro totalmente asimmetrico tra la moglie traumatizzata che può a malapena funzionare nel mondo, e l'ex-marito malvagio che è tutto troppo verbale.

E poi Rose compra un quadro magico.

Sta impegnando la sua fede nuziale, che Norman le ha detto essere super-valorevole (in una bella torsione, si rivela essere spazzatura), quando questo quadro nel retro del banco dei pegni "la chiama" e dopo averlo appeso alla sua parete si rende conto che può entrare nella cornice ed entrare in un mondo spettrale basato sulla mitologia classica.

Il quadro magico non è abbastanza per mandare Rose Madder fuori dai binari, quindi che cosa c'è di sbagliato in questo libro? Perché a un certo punto, ha smesso di essere avvincente e si è trasformato in un capovolgimento di pagina. Forse è il fatto che Rose viene "scoperta" al banco dei pegni da un tizio che produce audiolibri e diventa, senza alcuna formazione, una stella naturale del mondo degli audiolibri, leggendo una selezione dei romanzi preferiti di Stephen King (Jane Smiley si fa urlare, come fa David Goodis) mentre la gente parla del suo talento senza fiato, "Ha detto che sei stata la migliore voce che aveva sentito dalla registrazione di Kathy Bates di The Silence of the Lambs, e questo significa molto….".

RM3Or potrebbe essere il fatto che King non è mai stato un uomo a rifiutare i terzi al buffet di carattere all-you-can-eat character trait. Continua a impilare il piatto di Norman in alto fino a quando scivola oltre la linea da psico ex a cartone animato soprannaturale. Norman non è solo sessista, ma uccide anche le prostitute. Norman non è solo razzista, ma uccide anche un testimone nero. Norman non è solo omofobico, ma morde anche gli uomini a morte. E' sul naso allo stesso modo in cui uno dei pochi personaggi ispanici del libro deve menzionare che ha avuto delle quesadillas per il pranzo.

Chiedete alla gente perché questo libro non gli piace, però, e non si può mai ottenere una risposta diretta. King si sentiva come se avesse forzato la trama, facendola marciare al suo ritmo piuttosto che lasciare che i suoi personaggi guidassero la strada. Ed è una storia sottile, poco più di un racconto di morale di EC Comics in cui un tipo cattivo che morde la moglie finisce per essere morso a morte da una donna ragno mostro zombie che vive all'interno di un quadro. Ci si aspetta praticamente che il custode della cripta si presenti e si faccia a pezzi, "Heh, heh, heh, heh, heh, heh, kiddies, credo che si potrebbe chiamare quell'amore all'inizio BITE".

Ma penso che il problema sia il dipinto. Il titolo del libro è il titolo del dipinto, ed è così sorprendente che quando Rose lo vede per la prima volta si ferma a sbandamento e si ferma a sbandate. Allora, che aspetto ha? È allora che le cose si fanno nebulose, segnando una delle poche volte che l'immaginazione visiva di King sembra averlo deluso, lasciando un grande vuoto al centro di questo libro. Perché questa immagine funzioni, deve essere così vivida per King come se fosse appesa al muro sopra la sua scrivania. Eppure, ogni volta che ha bisogno di descriverlo, egli equivoco, passa due pagine a dirci che l'immagine non è affatto particolare.

RM6Quando si presenta per la prima volta, otteniamo otto paragrafi che ci raccontano della reazione eccessiva di Rose al dipinto, ma tutto quello che dice sul modo in cui appare è che "Era l'immagine della donna sulla collina…..". Il capitolo successivo ce ne dà di più: c'è una collina in primo piano, e una donna ci sta sopra con le spalle, ombreggiando gli occhi, guardando un tempio in rovina. O forse una casa di piantagione. Nessuno sembra sicuro. Ci hanno detto che è mal fatto, che è gotico, che è classico. Impariamo cose che sarebbe impossibile vedere in un dipinto a olio di quelle dimensioni. Non otteniamo mai una descrizione chiara, ci salutiamo a mano. King passa pagina dopo pagina dicendoci che non è niente di speciale, non molto da guardare, non molto ben fatto, ma non una volta lo vediamo nel modo in cui Rose lo vede: chiaro, presente e avvincente.

King è uno degli autori più visivi che lavorano oggi. Chi non ricorda Pennywise che sbircia fuori dai tombini di Derry in It? O Danny Glick, che si libra fuori dalla finestra di Mark Petrie in 'Salem's Lot? L'hotel con vista sulla neve Overlook in The Shining? Una bambina circondata dal fuoco e da cavalli selvaggi in Firestarter? Nel racconto breve di King "The Road Virus Heads North" King ha descritto un dipinto in 112 parole e lo vediamo perfettamente. Rose Madder è lunga 420 pagine, e ancora non riesco ad immaginarlo. E' quasi come se King non fosse convinto che esista, o che possa esercitare una tale presa sul suo personaggio principale.

E se non è convinto, non lo siamo neanche noi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here